Pini e passerelle: Una buona amministrazione non ripianterebbe i pini in viale orsini e abbatterebbe le passerelle in cemento di viale di Vittorio PDF Stampa E-mail
Venerdì 04 Agosto 2017 20:52
PasserellaLa manutenzione ordinaria e straordinaria è un capitolo decisivo per avere una città decorosa e funzionale. Andrebbe finanziata adeguatamente ogni anno ed effettuata tempestivamente e costantemente. Se così fosse – ad esempio - la città avrebbe visto risolto già da molti anni il grave problema delle radici dei pini in Viale Orsini e in  tutte le altre strade ancora  interessate.
Oggi, però, su due sorprendenti dichiarazioni dell’amministrazione comunale vorremmo dire la nostra:
 
1)     DI NUOVO PINI IN VIALE ORSINI. Lungo il viale sono stati abbattuti 6 pini durante gli ultimi lavori, altri ne mancano da tempo. Non c’è dubbio che gli alberi mancanti, in quello che è uno dei più bei boulevards cittadini, andrebbero rapidamente rimpiazzati, ma è irragionevole dire che la Soprintendenza impone di nuovo i pini. Circa 20 anni fa furono effettuati i precedenti lavori sulle radici di Viale Orsini ma già dopo alcuni anni il problema delle radici cominciò a ripresentarsi, aggravandosi progressivamente nel tempo. Quindi dov’è la ratio nel ripiantare i pini sul ciglio delle strade? Alla Soprintendenza va detto che il Comune si farà consigliare da un botanico paesaggista  - come si sarebbe dovuto fare anche per la mortificata Piazza della Libertà - per scegliere essenze alternative adatte al viale per foggia e portamento e che non creino problemi con le radici. Ciò che conta, ai fini paesaggistici,  è che nel tempo si mantenga la struttura del bel viale alberato. I pini andrebbero piantati nelle pinete e nei parchi (al posto dei chioschi con basamento in cemento armato).
 
2)     LE PASSERELLE IN CEMENTO DI VIALE DI VITTORIO POTREBBERO NON ESSERE ABBATTUTE. Da tanti anni proponiamo di abbattere le passerelle sopraelevate in cemento armato che opprimono Viale Di Vittorio. Oggi apprendiamo che l’assessore preposto ne disporrà l’abbattimento solo se risulteranno non stabili. Noi insistiamo nel dire che quell’inutile cemento armato va abbattuto comunque, per eliminare il forte impatto visivo e ridare luce a quel tratto di viale, magari rinfoltendo il verde nell’area spartitraffico centrale.
Share
 

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies tecnici" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti". Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l'uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa (Clicca qui). Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all'uso dei suddetti cookies To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information